FIUME TIMAVO Ritorna a: Turismo - Da vedere



Il Timavo (Reka) è il fiume del Carso, un fiume misterioso e affascinante, di cui non si conosce ancora perfettamente il corso sotterraneo. Il Timavo nasce alle pendici del Monte Nevoso, in Croazia e dopo circa quaranta chilometri precipita in una grande voragine nei dintorni del paese di Vreme, in Slovenia. Da qui il fiume inizia il suo percorso "fantasma", sotto il duro calcare del Carso.


Lo si ritrova, a 250 metri sotto terra, nelle spettacolari Grotte di San Canziano (Skocjanske jame), nell'Abisso dei Serpenti, nell'Abisso di Trebiciano, dove scorre a 329 metri di profondità, e nel Pozzo dei Colombi, poco a monte della Chiesa di San Giovanni di Duino.

Qui il Timavo, con una voce potente e roboante, fa sentire tutta la sua forza. Gli abissi presentano una panoramica spettacolare sul fiume sotterraneo e sul fascinoso mondo ipogeo del Carso. Una visita alle quattro "finestre" sul Timavo sotterraneo può offrire un punto di vista esclusivo, unico e avvincente sulle peculiarità del territorio carsico.


Dopo quaranta chilometri nascosto nelle viscere della terra il Timavo riappare, con tre sorgenti, in tutta la sua tranquilla bellezza, a San Giovanni, nel Comune di Duino-Aurisina, a circa due chilometri dal punto in cui si tuffa nel mare. Alle sue spalle 87 chilometri di viaggio, di cui poco più della metà in superficie.

Il Timavo, il fiume sotterraneo, nasconde però altri misteri. Nel corso dei secoli i punti di riaffioramento in superficie sono cambiati. Ce lo confermano anche gli scritti dei secoli passati. "Il Timavo vi ha un porto, un bosco sacro bellissimo e sette bocche, con sette corsi che confluiscono in un solo fiume, largo e profondo", scriveva nel I secolo a.C. il geografo greco Strabone. Nel primo libro dell'Eneide, invece, Virgilio ricordava che "onde con vasto mormore dal monte va quel dirotto mar per nove bocche e risonante allaga le campagne". Si ritorna a sette bocche nel 1556 quando il vescovo Andrea Rupicio scriveva: "ecco gli stagni del Timavo; donde bello a vedersi fresche e cristalline da sette gorghi fuor sboccano le acque".

Accanto alle tre bocche del Timavo, si possono visitare anche la chiesa gotica di San Giovanni in Tuba, all'interno della quale si possono ammirare i resti di una basilica paleocristiana, la Grotta del Dio Mitra e un sito archeologico, scoperto nel 1976, con i resti di un edificio romano.



Castello di Duino
Chiesa di San Giovanni in Tuba
Collegio del Mondo Unito
Grotta del Mitreo
Mansio Romana
Timavo
 

TRAM DI OPICINA
Il modo più romantico e piacevole per raggiungere il Carso da Trieste è il vecchio tram a fune, il tram di Opicina, unico in Europa, entrato in servizio nel 1902, un connubio tra una funicolare e una tramvia tradizionale.

Indirizzi utili:
Azienda Consorziale Trasporti
Numero verde 800 016675

    Mappa - E-mail - Credits
    Comune di Duino Aurisina - Občina Devin Nabrežina - Aurisina Cave, 25 - 34011 Duino Aurisina (Trieste) - Italy
    Tel.: +39 040 2017111 Fax: +39 040 200245